Green pass, ancora critiche da Anpit Firenze: “No a discriminazioni, no a conflittualità sul lavoro”

A pochi giorni dall’estensione del green pass alle aziende Anpit Firenze torna a sollevare dubbi in merito

Firenze, 10 ottobre 2021 – “Costi per le aziende, conflittualità sul posto di lavoro, conseguenti discriminazioni tra lavoratori, un calo pressoché irreversibile della produttività e pure il rischio di multe per non farsi mancare niente”. Anpit Firenze torna così a criticare l’ormai prossima estensione del green pass alle aziende e con il suo Presidente Giorgio Gargiulo ricorda: “Siamo stati tra i primi, fin da luglio, a mettere in guardia sui problemi che si sarebbero potuti verificare, anche perché su questi temi serve concretezza e non tifo. In molti adesso si stanno rendendo conto di quanto possa danneggiare aziende e lavoratori”.

In un momento di ripresa – sottolinea Gargiulo – non possiamo permetterci discriminazioni tra lavoratori e non possiamo permetterci conflittualità sul posto di lavoro che vanno a danno di tutti”.

“La scelta di alcuni di non vaccinarsi, scelta sulla quale non entriamo, non può ricadere sugli imprenditori né può diventare motivo di discriminazione. Non ce lo possiamo permettere” ribadisce ancora “e anche per questo ogni modifica volta ad agevolare le aziende e i lavoratori sarebbe oltremodo utile. Il tempo è poco ma i problemi ci sono e non possono essere ignorati” conclude. 

Facebooktwitterlinkedinmail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.